You are currently browsing the tag archive for the ‘Venice’ tag.

abramovic furla

The renowned Furla Foundation celebrates with a cocktail party “The Abramović method” by Marina Abramović, film directed by Giada Colagrande which will be premiered today during the Venice International Film Festival at Villa Zavagli, from 6:00 to 10:00 pm,  a not to be missed, laudable event to enjoy contemporary art, the film and its suggestions.

IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI VENEZIA: LA FONDAZIONE FURLA CELEBRA L’ ANTEPRIMA DI “THE ABRAMOVIĆ   METHOD” 

La rinomata Fondazione Furla celebra con un cocktail The Abramović method” di Marina Abramović, pellicola diretta da Giada Colagrande che sarà presentata in anteprima oggi in occasione del Festival Internazionale del Cinema di Venezia presso Villa Zavagli, dalle ore 18:00 alle ore 22:00, un imperdibile, lodevole evento per apprezzare l’ arte contemporanea, il cinema e le sue suggestioni.

Marina Abramović

Marina Abramović

www.fondazionefurla.org

INVITO ludovica

The new collection of Ludovica Amati, sensorial experience under the sign of an emotional lightness, a brilliant sartorialism, successfully made concrete by a catchy textile research, fluid lines and transparencies (patterns embodied in the Fall/Winter 2013 collection she made) evoking a lyrical femininity, will be on show from 29th August to the 7th September 2013 at the Venice Bauer’s Hotel, event coinciding with the latest edition of Venice International Film Festival, being a smashing chance to enjoy the work of a vibrant creative.

L’ EMOZIONALE LEGGEREZZA DI LUDOVICA AMATI IN MOSTRA AL BAUER’S HOTEL DI VENEZIA

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

La nuova collezione di Ludovica Amati, esperienza sensoriale all’ insegna di una emozionale leggerezza, una brillante sartorialità, felicemente concretizzata da una accattivante ricerca di tessuti, linee fluide e trasparenze (motive rachiusi nella collezione autunno/inverno 2013 da lei realizzata) che evocano una femminilità lirica sarà in mostra dal 29 agoto al 7 settembre 2013 presso il Bauer’s Hotel di Venezia, evento che coincide con l’ ultima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Venezia Film Festival, una formidabile occasione per apprezzare una vibrante creativa.

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

Ludovica Amati Fall/Winter 2013

www.ludovicaamati.com

Bauer

It will be opened on 30th May 2013 from 3:00 to 6:00 pm, in Venice at Nappa 90, Arsenale, “Outpost”, the exhibition featuring the works by Samar Singh Yodha, a not to be missed happening event ideated by the President and CEO of Bauer Venezia Francesca Bortolotto Possati.

L’ INAUGURAZIONE DI “OUTPOST” CON SAMAR SINGH YODHA AL NAPPA 90, ARSENALE DI VENEZIA

Samar Singh Yodha

Samar Singh Yodha

Sarà inaugurata il 30 maggio 2013 dalle ore 15:00 alle ore 18:00, a Venezia presso Nappa 90, Arsenale, “Outpost”, la mostra che avrà quali protagoniste le opere di Samar Singh Yodha, un evento imperdibile ideato dalla Presidente e CEO del Bauer Venezia Francesca Bortolotto Possati.

 

 

www.bauervenezia.com

Gordon  Matta, Sebastian Matta and Pablo Echaurren

Gordon Matta, Roberto Sebastian Matta and Pablo Echaurren

It will be opened on 28th May 2013 in Venice at the Fondazione Querini Stampaglia the exhibition “Matta, Roberto Sebastian Matta – Gordon Matta – Pablo Echaurren”; ideated by the Bologna Galleria d’ Arte Maggiore (G. A. M.), curated by Danilo Eccher, event coinciding with the 55th edition of Venice Biennial and running through 30th August 2013. The exhibition tells about a story joining different times and generations of creatives, a story of family, a father and two sons, two brothers and their personal universe of signs. A heritage surrealistic along with Dada patterns features in the work by the Chile artist Roberto Sebastian Matta, who has influenced the work and conceptual approach by Gordon Matta, as well as the one by the brilliant Pablo Echaurren, eclectic artist, sculptor, writer who is also connected to a futuristic and pop aesthetics. A family portrait which is focused on the sociality, element which is a leitmotiv of three artists, not to be missed happening to enjoy a suggestive portrait of a family under the sign of art.

“MATTA, ROBERTO SEBASTIAN MATTA – GORDON MATTA – PABLO ECHAURREN” ALLA FONDAZIONE QUERINI STAMPAGLIA DI VENEZIA

Pablo v 2

Sarà inaugurata il 28 maggio 2013 a Venezia presso la Fondazione Querini Stampaglia la mostra “Matta, Roberto Sebastian Matta – Gordon Matta – Pablo Echaurren”; ideated by the Bologna Galleria d’ Arte Maggiore (G. A. M.), curated by Danilo Eccher evento che coincide con la 55ma edizione della Biennale di Venezia e prosegue fino al 30 agosto 2013. La mostra racconta una storia che unisce diversi tempi e generazioni di creative, una storia di famiglia, un padre e due figli, due fratelli e il loro personale universo di segni. Un retaggio surrealista unitamente a motivi Dada è protagonista dell’ opera dell’ artista cileno Roberto Sebastian Matta, il quale ha influenzato il lavoro e l’ approccio concettuale di Gordon Matta, come anche quello del brillante e ironico Pablo Echaurren, eclettico artista, scultore, scrittore che è anche strettamente connesso a un’ estetica futuristica e pop. Un ritratto di famiglia incentrato sulla socialità, elemento che  un leitmotiv dei tre artisti, evento imperdibile per apprezzare un suggestivo ritratto di famiglia all’ insegna dell’ arte.

Le forçat de la lumière, Roberto Sebastian Matta

Le forçat de la lumière, Roberto Sebastian Matta

Gordon Matta-Clarck, untitled, ennergy tree, 1972-1973

Gordon Matta-Clarck, untitled, ennergy tree, 1972-1973

Tra quarantatrè secondi circa, Pablo Echaurren, 1975

Tra quarantatrè secondi circa, Pablo Echaurren, 1975

www.fondazionequerinistampaglia.it

biennal ila

Ilaria Venturini Fendi, darling friend, bright creative, illuminated entrepreneur and sustainability activist will be in the exhibition “White shot” during the 55th edition of Venice Biennal, by the traveling New York art gallery The Pool NYC, which will present the works by interior designers and artists such as Tadao Ando, Alison Blickle, Gaia Carboni, Eteri Chkadua, Patrick Jacobs, Robert Lazzarini, Austin Lee, Jonathan Rider, Andrea Salvatori, Bianca Sforni, Fabio Viale and opens on 28th June 2013 at the Giardino Ca’ Civran Badoer Barozzi.

Ilaria Venturini Fendi

Ilaria Venturini Fendi

The exhibition also will be held at the Campiello Giustinian and runs through 30th June 2013, showcasing the catchy and fun furniture, unique pieces Ilaria made under the sign of re-use, paradigm she made concrete at best in her work as fashion designer of brand Carmina Campus. A not to be missed happening to enjoy vibrant art suggestions.

“WIDE SHOT” AL GIARDINO CA’ CIVRAN BADOER BAROZZI & CAMPIELLO GIUSTINIAN CON LA CREATIVITÀ DI ILARIA VENTURINI FENDI

Ilaria Venturini Fendi

Ilaria Venturini Fendi

Ilaria Venturini Fendi, cara amica, brillante creativa, imprenditrice illuminata e attivista della sostenibilità sarà protagonista della mostra “White shot” in occasione della 55ma edizione della Biennale di Venezia, con la galleria d’ arte itinerante di New York The Pool NYC che presenterà will present le opere di interior designers e artisti quali Tadao Ando, Alison Blickle, Gaia Carboni, Eteri Chkadua, Patrick Jacobs, Robert Lazzarini, Austin Lee, Jonathan Rider, Andrea Salvatori, Bianca Sforni, Fabio Viale e inaugurerà il 28 giugno 2013 presso il Giardino Ca’ Civran Badoer Barozzi.

Ilaria Venturini Fendi

Ilaria Venturini Fendi

La mostra si terrà anche presso il Campiello Giustinian e proseguirà fino al 30 giugno 2013, esponendo gli accattivanti e divertenti componenti di arredo, pezzi unici realizzati da Ilaria all’ insegna del riuso, paradigma da lei concretizzato al meglio nel suo lavoro di fashion designer del brand Carmina Campus. Un evento imperdibile per apprezzare vibrant suggestioni.

www.carminacampus.com

www.ashadedviewonfashion.com

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois, renowned brand of accessories established by Silvano Arnoldo and Massimiliano Battois, recently opened its second flagship store in Venice ( which is the native city of creatives as well as a source of their inspiration), in Campo San Maurizio, will showcase their bags and a catchy capsule collection of womenswear and accessories. The leitmotiv of brand is lightness and movement.

LA COLLEZIONE CAPSULE DI ARNOLDO BATTOIS CHE CELEBRA L’ APERTURA DEL LORO SECONDO FLAGSHIP STORE A VENEZIA 

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois, rinomato brand di accessori fondato da Silvano Arnoldo e Massimiliano Battois, ha recentemente aperto il secondo flagship store a Venezia (che è la città natia dei creative come anche una fonte della loro ispirazione), a Campo San Maurizio, esporrà le loro borse e una accattivante collezione capsule di abbigliamento da donna e accessori. Il leitmotiv del brand è la leggerezza e il movimento.

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

www.arnoldobattois.com

www.ashadedviewonfashion.com 

mlf

It will be presented on 2nd February 2013 in Venice at the Iuav University of Venice, Magazzino 6, aula 2.2, Dorsoduro 1827 at the 3:00 pm the Italian Association of Fashion Studies(MISA) which opens its work, a laudable initiative to join the forces and to develop a project to renew and enrich with new contents and means the way of observing and studying fashion. An event featuring books, the knowledge on fashion embodied in words and works by renowned personas from the realm of fashion research as Mario Lupano, Gabriele Monti (“Diana Vreeland After Diana Vreeland”, curated by Maria Luisa Frisa and Judith Clark, Marsilio, 2012), Aurora Fiorentini(“Alberto Lattuada. Progetti di Scuola”, Skira, 2013), Nello Barile(“Exchanging Clothes: Habits of Being II”, curated by Cristina Giorcelli and Paula Rabinowitz, University of Minnesota Press, 2012), Patrizia Calefato (“La moda oltre la moda” Lupetti, 2011), Paola Colaiacomo (“Le cuciture dell’acqua. Shakespeare alle origini del corpo moderno”, Bulzoni, 2012), Cristina Giorgelli( Abito e identità vol.12, La Palma 2012), Bruna Niccoli, Roberta Orsi(“L’Arte della Meraviglia, I costumi di scena della Fondazione Cerratelli”, curated by Roberta Orsi, Caraglio, 2013), Simona Segre Reinach(Un mondo di mode. Il vestire globalizzato, Laterza, 2011), Elisa Tosi Brandi(El arte en el proceso creativo de la moda: algunas consideraciones a partir de un caso de estudio, in“Cuadernos del Centro de Estudios en Diseño y Comunicación. Ensayos de moda y arte”, vol. 1, pp. 167-73, Universidad de Palermo, 2012) and Alessandra Vaccari (“La moda nei discorsi dei designer”, Clueb, 2012).A not to be missed happening to enjoy fashion culture.

GLI STUDI DI MODA IN ITALIA, LA PRESENTAZIONE DELL’ ASSOCIAZIONE ITALIANA DEGLI STUDI DI MODA (MISA) ALL’ UNIVERSITÀ IUAV DI VENEZIA

vaccari

Sarà presentato il 2 febbraio 2013 a Venezia presso la Università Iuav di Venezia, Magazzino 6, aula 2.2, Dorsoduro 1827 alle ore 15:00 l’ Associazione Italiana degli Studi di Moda (MISA) che inaugura la sua attività, una lodevole iniziativa per unire le forze e consolidare un progetto per rinnovare e arricchire di nuovi contenuti e supporti il modo di osservare e studiare la moda. Un evento di cui saranno protagonisti i libri, la conoscenza in materia di moda racchiusa nelle parole e opere di rinomati personaggi dell’ ambito della ricerca di moda quali Mario Lupano, Gabriele Monti (“Diana Vreeland After Diana Vreeland”, a cura di Maria Luisa Frisa e Judith Clark, Marsilio, 2012), Aurora Fiorentini(“Alberto Lattuada. Progetti di Scuola”, Skira, 2013), Nello Barile(“Exchanging Clothes: Habits of Being II”, a cura di Cristina Giorcelli e Paula Rabinowitz, University of Minnesota Press, 2012), Patrizia Calefato (“La moda oltre la moda” Lupetti, 2011), Paola Colaiacomo (“Le cuciture dell’acqua. Shakespeare alle origini del corpo moderno”, Bulzoni, 2012), Cristina Giorgelli( Abito e identità vol.12, La Palma 2012), Bruna Niccoli, Roberta Orsi(“L’Arte della Meraviglia, I costumi di scena della Fondazione Cerratelli”, a cura di Roberta Orsi, Caraglio, 2013), Simona Segre Reinach(Un mondo di mode. Il vestire globalizzato, Laterza, 2011), Elisa Tosi Brandi(El arte en el proceso creativo de la moda: algunas consideraciones a partir de un caso de estudio, in“Cuadernos del Centro de Estudios en Diseño y Comunicación. Ensayos de moda y arte”, vol. 1, pp. 167-73, Universidad de Palermo, 2012) e Alessandra Vaccari (“La moda nei discorsi dei designer”, Clueb, 2012). Un evento imperdibile per apprezzare la cultura della moda.

www.iuav.it

IUAV 19 19 DIC

Another successful initiative ideated by the Fashion Design Faculty of IUAV University of Venice, headed by Maria Luisa Frisa is “Moda e Cinema”, two days, the 18th and 19th December 2012 that will be focused on this theme. The event which will be held in Venice at the Magazzini Ligabue of IUAV University, curated by Marco Bertozzi and Mario Lupano (professors of IUAV Department of Design cultures) explores the relationship between fashion and film which has embodied in the suggestive book “Una giornata moderna. Moda e stili nell’ Italia fascista”(Damiani Editions, 45,00 Euros) by Mario Lupano and Alessandra Vaccari, in order to think about the intersection of practices and knowledge of two disciplines that share the primacy of visual culture and are closely connected to the idea of modernity. A theme which will be told and questioned by making a review from past to present – by renowned experts, professors, fashion historians and artists as Gabriele Monti, Maria Ida Bernabei, Marina Pellanda, Mario Lupano, Marco Bertozzi, Elda Danese, Alessandra Vaccari, Sofia Gnoli, Alessandro Gori, Stefano delle Monache, Maria Luisa Frisa, Nathalie Kahn, Alex Murray-Leslie, Matteo Primiterra, Camillo Trevisan -, including the Italian experience during the two World Wars and coming to contemporary times where it features the fashion film, a media( of whose development was supported and increased by the idea and work of Diane Pernet, pioneer fashion blogger who created the A Shaded View of Fashion Film Festival, international festival which is held in Paris along with other thematic editions that are held around the world as Barcelona, Mexico City, Tokyo and other cities) paying homage to the categorical imperative “the eye has to travel” by Diana Vreeland – I am sure she would loved – and that visual culture she made concrete at best by her work. A charming theme which gives rise to many analysis concerning the fashion film, its art core and the many purposes this media is able to satisfy as communication, advertising and conversation, meant as a dialogue spreading and developing culture, the culture of a product, the story of a brand as well as the stories that a brand seasonally tell ( considering also the realm of fashion marketing and the idea embodied in Cluetrain Manifesto which asserts: “the markets are conversations”), realm which will be considered during this not to be missed event in order to think and re-think about fashion and film under the sign of syncretism.

“MODA & CINEMA”, I SEMINARI ALL’ UNIVERSITÀ IUAV DI VENEZIA DI MARCO BERTOZZI & MARIO LUPANO

lupano 2

 Un’ altra felice iniziativa ideata dalla Facoltà di Fashion Design della Università IUAV di Venezia, guidata da Maria Luisa Frisa é “Moda e Cinema”, due giornate, il 18 e 19 dicembre 2012 che saranno dedicate a questo tema. L’ evento che si terrà a Venezia presso i Magazzini Ligabue della Università IUAV, curato da Marco Bertozzi e Mario Lupano (docenti del Dipartimento della IUAV di Culture del Progetto) esplora la relazione tra moda e cinema, considerando le riflessioni racchiuse nel suggestivo libro “Una giornata moderna. Moda e stili nell’ Italia fascista”(Edizioni Damiani, 45,00 Euro) di Mario Lupano e Alessandra Vaccari, al fine di soffermarsi sull’ intersezione di pratiche e la conoscenza di due discipline che condividono la primazia della cultura visiva e sono intimamente connesse all’ idea di modernità. Un tema che sarà raccontato e discusso, effettuando una rassegna che va dal passato al presente – ad opera di rinomati esperti, docenti, storici della moda e artisti quali Gabriele Monti, Maria Ida Bernabei, Marina Pellanda, Mario Lupano, Marco Bertozzi, Elda Danese, Alessandra Vaccari, Sofia Gnoli, Alessandro Gori, Stefano delle Monache, Maria Luisa Frisa, Nathalie Kahn, Alex Murray-Leslie, Matteo Primiterra, Camillo Trevisan – che include l’ esperienza italiana tra le due Guerre e giunge alla contemporaneità di cui è protagonista il fashion film, supporto mediatico (il cui sviluppo è stato sostenuto e enfatizzato dall’ idea e opera di Diane Pernet, pionieristica fashion blogger che ha creato l’ A Shaded View of Fashion Film Festival, festival internazionale che si tiene a Parigi  unitamente ad altre edizioni tematiche che si tengono in tutto il mondo come  Barcellona, Città del Messico, Tokyo e in altre città) che rende omaggio all’ imperativo categorico di Diana Vreelandl’ occhio deve viaggiare” – che di certo avrebbe amato – e quella cultura visiva da lei concretizzata al meglio con la propria opera. Un tema affascinante che da vita a plurime analisi inerenti il fashion film, il suo nucleo artistico e le plurime finalità che questo media può soddisfare quali comunicazione, pubblicità e conversazione, intesa quale dialogo che veicola e consolida la cultura, la cultura di un prodotto, la storia di un brand come anche le storie che un brand stagionalmente racconta (considerando anche l’ ambito del fashion marketing e l’ idea racchiusa nel  Cluetrain Manifesto secondo il quale: “i mercati sono conversazioni”), ambito che sarà preso in considerazione durante questo evento imperdibile al fine di pensare e ripensare a moda e cinema all’ insegna del sincretismo.

Una giornata moderna. Moda e stili nell’ Italia fascista, by Mario Lupano & Alessandra Vaccari, Damiani Editions

Una giornata moderna. Moda e stili nell’ Italia fascista, by Mario Lupano & Alessandra Vaccari, Damiani Editions

www.iuav.it

 

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Eams & dreams” is the Spring/Summer 2013 collection by Arnoldo Battois, brand created by the smashing Venice designer duo formed by Silvano Arnoldo and Massimiliano Battois which pays homage to the American tradition of Design from Fifties, successfully represented by Charles and Ray Eams, featuring a smashing play of contrasts and textures: the softness of calf and the brightness of patent later, volumes reinterpreting the past under the sign of a fresh, contemporary mood, enriched by catchy decorations and a palette of colors including orange, lime, periwinkle blue, chalk white, magenta, blue, grey, medium grey, light blue, nude, earth color and ivory. A bright evidence of the best, genuine contemporary luxury products at an affordable price.

“EAMS & DREAMS”, LA LUSSUOSA FRESCHEZZA DI ARNOLDO BATTOIS

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Eams & dreams” é la collezione primavera/estate 2013 di Arnoldo Battois, brand creato dal formidabile duo di designer veneziani format da Silvano Arnoldo e Massimiliano Battois che rende omaggio alla tradizione americana di design degli Anni Cinquanta, felicemente rappresentata da Charles e Ray Eams di cui é protagonista un formidabile gioco di contrasti e textures: la morbidezza del vitello e la brillantezza della vernice, volumi che reinterpretano il passato all’ insegna di un fresco mood contemporaneo, arricchiti da accattivanti decorazioni ed una palette di colori che include arancio, cedro, blu pervinca, bianco gesso, blu, grigio-azzurro, grigio medio, celeste, nude, terra e avorio. Una brillante concretizzazione dei migliori autentici prodotti di lusso contemporaneo a un prezzo alla portata di tutti.

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

Arnoldo Battois Spring/Summer 2013

www.arnoldoebattois.com

 

Gender Quest, the new male identities” is the fashion show curated by Maria Luisa Frisa – who heads the Fashion Design Faculty of Iuav University of Venice in Treviso – directed by the bright fashion designer Fabio Quaranta and will be held on 28thSeptember 2012 in Venice at the Chiostro de’ Tolentini, 9:30 pm, it features the most interesting creations by graduated students that explore the new male codes and subverts the conventional stereotypes of identities and gender. A not to be missed happening, also included in the Veneto event “the night of researchers” that celebrates the work by brilliant researchers like Fabio Quaranta as well as a public institution which works under the sign of excellence and contemporary times.

LA MODA AL DI LÀ DEL GENDER: “GENDER QUEST, LE NUOVE IDENTITÀ MASCHILI”, LA SFILATA DELL’ UNIVERSITÀ IUAV DI VENEZIA 

Gender Quest, le nuove identità maschili” é la sfilata curata da Maria Luisa Frisa – che dirige la Facoltà di Fashion dell’ Università Iuav di Venezia a Treviso – diretta dal brillante designer Fabio Quaranta e si terrà il 28 settembre 2012 a Venezia presso il Chiostro de’ Tolentini, alle ore 21:30, ha quali protagonisti le più interessanti creazioni degli studenti neo-diplomati che esplorano i nuovi codici maschili e sovvertono gli stereotipi convenzionali di identità e gender. Un evento imperdibile, incluso anche nell’ evento veneto “la notte dei ricercatori” che celebra il lavoro di brillanti ricercatori quali Fabio Quaranta come anche una istituzione pubblica che opera all’ insegna dell’ eccellenza e contemporaneità.

www.iuav.it

www.ashadedviewonfashion.com

Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 2,844 other followers