It will be held on 28th May 2012 at 6:00 pm in Rome at the Odradek bookshop in via dei Banchi Vecchi n. 57 the presentation of book by Paolo Latorre and Domenico De Nigris “Ecosofia per r-esistere alla crisi antropologica” - standing as Ecosophy, resisting to the anthropological crisis – (Et Et editions, 10,00 Euros), featuring Simone Cipriani of UN International Trade Center (ITC). Here it will be considered the theme of living in harmony during contemporary times, told by the e a Combonian missionary in an African shantytowns and an Italian politician, embodied in the book being the portrait of a wrong life, development and interaction model which brought human being to the worldwide crisis we are living and focusing on its lack of sustainability. A precious source, a not to be missed happening, successful chance to re-think in a more healthy and assertive way about themes as the common welfare, civil and social commitment, education as means to emancipate the people, a balanced and sustainable development of every human entity as the urban ones.  

LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “ECOSOFIA” DI PAOLO LATORRE E DOMENICO DE NIGRIS ALLA LIBRERIA DI ROMA ODRADEK

Si terrà il 28 maggio 2012 alle ore 18:00 a Roma presso la libreria Odradek bookshop in via dei Banchi Vecchi n. 57 la presentazione del libro di Paolo Latorre e Domenico De Nigris “Ecosofia per r-esistere alla crisi antropologica” (Edizioni Et Et, 10,00 Euro) con Simone Cipriani dell’ Agenzia dell’ ONU per il Commercio Internazionale (ITC). Ivi sarà preso in considerazione il tema del vivere in armonia nella contemporaneità, raccontato da un missionario comboniano nelle baraccopoli africane ed un politico italiano, racchiuso nel libro che é il ritratto di un modello di vita, sviluppo e interazione sbagliato che ha portato l’ essere umano alla crisi mondiale che stiamo vivendo e ne evidenzia la sua mancanza di sostenibilità. Una preziosa risorsa, un evento imperdibile, felice occasione per ripensare in un modo più salubre e assertivo su tematiche quali il bene comune, l’ impegno sociale e civile, l’ educazione quale mezzo di emancipazione degli individui, uno sviluppo equilibrato e sostenibile di ogni realtà umana quale quelle urbane.

About these ads