Alexis Mabille and the collection he made

 

Alexis Mabille, bright French designer, sparkling, joyful individual with whom recently I was pleased to talk, successful chance where he told me about the new project he launched “HOM”, a new collection of male underwear and swimwear, ideated to fade the boundaries between ready to wear and underwear, featuring creations under the sign of sophistication, irony – emphasized by the slogan “Alexis m’habille me déshabille” standing as “Alexis Mabille undresses me” and appearing on the t-shirts -, high-quality, comfort and retro suggestions reminding me the Thirties and Deauville beach.

What are the main features of your male underwear collection?

“Comfort, I faded the idea underwear can be considered as a part of clothing being in between, opposed to ready to wear, in order to refine the male elegance under the sign of sensuality without pushing too much on the sexuality. Thus I gave priority to the idea of comfort and choice of high-quality materials as German, Switzerland and Italian cotton. The sensuality has made concrete by a play of lines, the use of prints and construction of creations emphasizing the male silhouette, but joining comfort. Underwear is something to wear, everyone wears underwear and has to feel its comfort. Comfort and high quality are the main features of my collection, but I also ideated the collection without following the seasonal cycle of ready-to-wear, as I preferred thinking about underwear as a non-seasonal collection”.

What are the fabrics – featuring also in the female underwear as lace – did you think of using?

“I worked on female underwear when I worked for Dior and I used lace, I continued using lace and other materials usually featuring in the women clothing in my menswear ready-to-wear collection, but I don’t think of using lace for the male underwear as I’m focused on the idea of reaching comfort as priority as well as sophistication through classical lines, high quality materials along with a bit of humour, thinking about something to wear for being fine. However I don’t dismiss the idea of using other materials as silk, linen or yarns as bamboo”.

What are your forthcoming projects?

“Beyond working on my womenswear haute-couture collection and menswear ready-to-wear collection I’m continuing to work as costume designer for Dita Von Teese and I’m also involved in another project as costume designer of which now I prefer avoiding to talk”.

 

“HOM” IL NUOVO PROGETTO DI ALEXIS MABILLE

Alexis Mabille

 
Alexis Mabille, brillante designer francese, frizzante, gioiosa individualità con la quale recentemente sono stata lieta di parlare, felice occasione in cui mi ha raccontato del nuovo progetto da lui lanciato, “HOM”, una nuova collezione di intimo e costumi da bagno da uomo, ideate per attenuare i confini tra prêt-à-porter e intimo, di cui sono protagoniste creazioni all’ insegna della raffinatezza, ironia – enfatizzata dallo slogan “Alexis m’habille me déshabille” che significa “Alexis Mabille mi sveste” e appare sulle magliette -, alta qualità, comfort e suggestioni retrò che mi ricordano gli anni Trenta e la spiaggia di Deauville.

Quali sono le principali caratteristiche della tua collezione di intimo da uomo?

“Comfort, ho attenuato l’ idea che l’ underwear possa essere considerate una parte di abbigliamento che sta a metà, opposto al prêt-à-porter al fine di rifinire l’ eleganza maschile all’ insegna della sensualità senza insistere troppo sulla sensualità. Pertanto ho dato priorità all’ idea del comfort e della scelta di materiali d’alta qualità quali cotone tedesco, svizzero e italiano. La sensualità è stata concretizzata da un gioco di linee, l’ uso di stampe e la costruzione di creazioni che enfatizzano la silhouette maschile, ma uniscono il comfort. L’ intimo è qualcosa da indossare, tutti indossano l’ intimo e devono sentirne il comfort. Comfort ed alta qualità sono le principali caratteristica della mia collezione che è stata ideata al fine di non seguire il ciclo stagionale del prêt-à-porter poiché ho preferito pensare all’ underwear come una collezione non stagionale”.

Quali sono i materiali – comuni anche all’ intimo da donna come il pizzo – che hai pensato di usare?

“Ho lavorato all’ intimo da donna quando collaboravo Dior ed ho usato il pizzo, ho continuato a usare il pizzo ed altri materiali solitamente protagonisti dell’ abbigliamento da donna nella mia collezione prêt-à-porter uomo, ma non penso di avvalermi per pizzo per l’ intimo uomo, poiché sono concentrato sull’ idea di soddisfare il comfort quale priorità come anche la raffinatezza attraverso linee classiche, senza tempo, l’ alta qualità dei materiali unitamente a un pizzico di humour, pensando a qualcosa da indossare per stare bene. Comunque non escludo di utilizzare altri materiali quali la seta, il lino o filati quali il bambù”.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

“Oltre a lavorare sulla mia collezione alta moda da donna e la collezione prêt-à-porter uomo, sto continuando a lavorare nelle vesti di designer di costumi per Dita Von Teese e sono anche coinvolto in un altro progetto nelle vesti di designer di costumi del quale adesso preferisco non parlare”.

 

Alexis Mabille

 

Alexis Mabille

 

Alexis Mabille

 

Alexis Mabille

 

Alexis Mabille

 

Alexis Mabille

 
 

www.alexismabille.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quali sono i materiali – comuni anche all’ intimo da donna come il pizzo – che hai pensato di usare?

“Ho lavorato all’ intimo da donna quando collaboravo Dior ed ho usato il pizzo, ho continuato a usare il pizzo ed altri materiali solitamente protagonisti dell’ abbigliamento da donna nella mia collezione prêt-à-porter uomo, ma non penso di avvalermi per pizzo per l’ intimo uomo, poiché sono concentrato sull’ idea di soddisfare il comfort quale priorità come anche la raffinatezza attraverso linee classiche, senza tempo, l’ alta qualità dei materiali unitamente a un pizzico di humour, pensando a qualcosa da indossare per stare bene. Comunque non escludo di utilizzare altri materiali quali la seta, il lino o filati quali il bambù”.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

“Oltre a lavorare sulla mia collezione alta moda da donna e la collezione prêt-à-porter uomo, sto continuando a lavorare nelle vesti di designer di costumi per Dita Von Teese e sono anche coinvolto in un altro progetto nelle vesti di designer di costumi del quale adesso preferisco non parlare”.

About these ads